06 / 945 46 475|info@contactalens.com

Scadenza delle lenti a contatto

Scadenza delle lenti a contatto 2017-05-29T17:36:27+00:00

E’ consigliabile eliminare le lenti a contatto morbide una volta scadute. Essendo dispositivi medici, devono essere sterilizzati e confezionati in contenitori sigillati prima di essere distribuiti presso ottici e farmacie.

Dal momento che vengono a contatto con gli occhi, questi presidi oftalmici hanno il potenziale di danneggiarli in caso siano contaminati da batteri o altri agenti patogeni. Proprio come gli alimenti confezionati, questi dispositivi medici riportano la data di scadenza, come misura di protezione nei confronti dei consumatori.

Data di scadenza delle lenti a contatto

Anche se i modelli morbidi sono sigillati in un contenitore ermetico, è possibile che nel tempo la tenuta del contenitore venga compromessa, con conseguente contaminazione della soluzione salina e del dispositivo. La data di scadenza sulla confezione indica il mese e l’anno entro i quali è possibile indossarle, ed il contenitore può essere considerato esente da contaminazioni e le lenti all’interno sicure da indossare. Generalmente la durata di questi dispositivi sarà di quattro anni dalla data di fabbricazione e confezionamento, successivamente devono essere gettate.

Di solito, le date di scadenza sono riportate in formato AAAA / MM. Ad esempio, la data di scadenza 2016/12 indica che quella coppia di lenti può essere indossata fino alla fine del mese di dicembre 2016.

Contenitori delle lenti a contatto morbide

La maggior parte dei dispositivi morbidi oggi viene confezionata singolarmente, in piccoli contenitori di plastica formato “flat pack” sigillati. I contenitori sono solitamente riempiti con una soluzione salina tampone e un agente umettante, per mantenere la lente idratata.

Per ragioni di costo e peso, questi contenitori in plastica sono oggi molto più comuni rispetto ai tradizionali flaconcini di vetro, che un tempo erano il metodo di imballaggio più utilizzato per i dispositivi morbidi.

La pellicola di copertura dei contenitori per lenti a contatto morbide mostra tipicamente le seguenti informazioni:

  •   Marca;
  •   Materiale;
  •   Nome del costruttore;
  •   Curva base;
  •   Diametro;
  •   Potere diottrico;
  •   Numero di lotto;
  •   Data di scadenza.

Possono essere riportate anche altre informazioni, come ad esempio il marchio CE (obbligatorio per vendere nei paesi dell’Unione europea) e il paese nel quale è stato prodotto il dispositivo.

Contenitori delle lenti a contatto Gas Permeabili

A differenza dei modelli morbidi, quelli rigidi gas permeabili generalmente vengono spediti dal produttore direttamente all’oculista. Inoltre, i dispositivi gas permeabili (GP) sono realizzati su ordinazione e su misura, in base alla forma degli occhi di chi li indossa e alla prescrizione, mediante un processo di tornitura.

Per questi motivi, non vi è alcun rischio che vengano contaminati in seguito alla conservazione in contenitori pieno di soluzioni disinfettanti per lunghi periodi di tempo. Pertanto, i modelli gas permeabili in genere non hanno bisogno di una data di scadenza.

Anche la prescrizione medica ha una scadenza

La data di scadenza sulla prescrizione è l’ultimo giorno nel quale il vostro oculista vi autorizza ad acquistare nuove lenti con quella prescrizione. Generalmente le prescrizioni hanno una durata di un anno. Questo perché si dovrebbe effettuare un esame annuale della vista e degli occhi, per assicurarsi che rimangano sani e che il vostro problema agli occhi sia sempre sotto controllo. Consulta la nostra sezione domande frequenti per ulteriori approfondimenti.

La scadenza delle lenti a contatto giornaliere