06 / 945 46 475|info@contactalens.com

Conservazione delle lenti a contatto in acqua

///Conservazione delle lenti a contatto in acqua
Conservazione delle lenti a contatto in acqua 2017-05-29T17:36:21+00:00

Se conservate le lenti a contatto in acqua, nel giro di pochi minuti o ore, batteri, funghi e altri agenti patogeni nocivi potranno crescere su di essi e poi essere trasferiti ai vostri occhi causando possibili infezioni.

Le lenti a contatto non dovrebbero mai essere conservate in acqua. Nonostante sia purificata, l’acqua del rubinetto può ancora contenere batteri e altri microrganismi che possono causare gravi infezioni agli occhi.

Se non usate lenti a contatto giornaliere, avete senza dubbio bisogno di seguire rigide regole di pulizia, disinfezione e idratazione delle vostre lenti a contatto. Questa manutenzione è necessaria, poiché più la lente è utilizzata, più alto è il rischio di incorrere in infiammazioni e arrossamenti dovuti allo sporco trattenuto dalle lenti. Per poterle conservare ed utilizzare per tutta la loro durata bisogna fare molta attenzione e non tralasciare alcune importanti regole.

Quando togliete le lenti a fine serata, è essenziale pulirle per bene per liberare eventuali particelle di sporco, specie se ci si è truccati. Tolte le lenti, tenetele quindi sul palmo della mano, versando l’apposita soluzione salina e passandoci sopra le dita con delicatezza da entrambi i lati.

Durante questa operazione è necessario stare molto attenti, specie se le lenti sono morbide, perché la lente è molto delicata e se non correttamente maneggiata potrebbe rompersi prima del tempo, costringendovi a cambiarla.

Oltre alle lenti, è necessario pulire anche il portalenti: per fare ciò è necessario versare un po’ di soluzione salina e asciugarlo per bene con della carta igienica. Questa operazione può essere fatta anche la mattina, così da avere il contenitore pulito per quando dovrete togliere le lenti.

Fatti questi passaggi, potrete riporre le lenti nel contenitore: fate attenzione a tenere separate la lente destra e quella sinistra per non confondervi, specie se le lenti hanno due diverse gradazioni. Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere la nostra area FAQ sul tema delle lenti a contatto.

Potrete anche scrivere sul coperchio del contenitore una S e una D, così da non confondervi. Riponete quindi ciascuna lentina nel proprio contenitore e riempite con la soluzione disinfettante. Così facendo le lenti si disinfetteranno per tutta la notte, e saranno pronte per essere facilmente e comodamente indossate il mattino

 

Non utilizzare l’acqua per disinfettare le lenti a contatto 

 

Conservare le lenti a contatto in acqua è pericoloso e scomodo. Si tratta di un problema importante. Le infezioni oculari correlate alle lenti, causate da una carente pulizia e disinfezione con una soluzione approvata per questo utilizzo, possono causare danni permanenti agli occhi e persino la perdita della vista.

I microrganismi pericolosi, tra i quali il parassita che causa la cheratite da Acanthamoeba, si possono trovare in questi ambienti, e in caso si depositino sulle lenti o rimangano intrappolati al di sotto della superficie, possono causare infezioni pericolose per la vista.

Se vi viene spruzzata dell’acqua negli occhi, rimuovete i dispositivi il più presto possibile, sciacquateli nella soluzione multiuso e conservateli per una notte nella stessa soluzione per disinfettarle a fondo.

Inoltre, l’acqua – compresa l’acqua in bottiglia e l’acqua distillata – non è salata come le vostre lacrime, e non può compensarne l’acidità. A causa di queste differenze, l’acqua può causare un cambiamento della forma di questi dispositivi, che potrebbero attaccarsi ai vostri occhi una volta applicati, causando notevoli disagi e visione offuscata. Per questi motivi utilizzate esclusivamente liquidi appositamente studiati per disinfettare e manutenere le vostre lenti a contatto, siano esse giornaliere che mensili.

 

Rimuovere le lenti se siete a contatto con l’acqua

 

Non si dovrebbe mai usare l’acqua del rubinetto, acqua in bottiglia o acqua distillata come un sostituto per la soluzione multiuso per la pulizia e la disinfezione. In realtà, si dovrebbe anche essere attenti a eventuali schizzi di acqua negli occhi in caso pratichiate nuoto (anche nelle piscine disinfettate con cloro), vi immergiate in una vasca da bagno, facciate surf o sci d’acqua.

Infatti, questo è il motivo per il quale gli oculisti consigliano di rimuoverle quando andate a nuotare, che sia in una piscina, in un lago o al mare. I molti microrganismi che vivono in acqua possono facilmente rimanere adesi sulle vostre lenti e causare problemi in seguito. Se decidete di non rimuoverle durante attività nell’acqua, dovreste almeno indossare degli occhialini. Oppure, se indossate modelli usa e getta giornalieri, potete gettarli appena dopo essere usciti dall’acqua e sostituirli con un nuovo paio. Stesso discorso vale anche per coloro che fanno sport in generale.

Come per tutti i potenziali rischi e problemi agli occhi, il miglior trattamento è la prevenzione. Se pensate che sia possibile che vi troviate in situazioni nelle quali non avrete accesso alla vostra soluzione multiuso, evitate il problema tramite l’uso di modelli giornalieri usa e getta al posto di quelli riutilizzabili.

Portate con voi diverse paia di lenti giornaliere usa e getta ovunque andiate, e non dovrete mai preoccuparvi di trovarvi senza soluzione multiuso. Alla fine della giornata (o dopo essere stati in spiaggia o in piscina), sarà sufficiente rimuoverle, gettarle e sostituirle con altre nuove il giorno seguente.

Le lenti a contatto morbide si conservano in acqua?